Biologico

E’ estremamente importante che l’olio BIOLOGICO non venga contaminato da pesticidi, concimi chimici ed ormoni. Molti degli antiparassitari usati contro la mosca dell’ulivo vicino al periodo della raccolta, passano direttamente dall’oliva all’olio ed infine ce li ritroviamo nei nostri piatti. Consumare prodotti biologici vuol dire prima di tutto far bene a noi stessi, ma e’ anche un investimento per il futuro, per lasciare in eredita’ alle future generazioni un agricoltura piu’ pulita e sicura.

L'agricoltura biologica è un metodo di produzione agricola che ha come principali obbiettivi:

  • La produzione di alimenti sani e di elevata qualità
  • La salvaguardia dell'ambiente, della natura e del paesaggio agrario
  • Il mantenimento e l'aumento della fertilità durevole dei terreni
  • Il risparmio di energia
  • Il miglioramento delle condizioni di reddito e di vita degli agricoltori.

Per potersi definire biologico un olio deve rispettare regole precise, che interessano tutti i passaggi che servono per produrlo, dalla coltivazione degli ulivi fino all’imbottigliamento dell’olio. La coltivazione avviene in modo naturale senza utilizzo di fertilizzanti chimici e pesticidi. Al frantoio le olive biologiche seguono un percorso separato da quelle non biologiche. L’olio biologico costa in genere un po’ di piu’ perche’ seguire tutte le regole dell’agricoltura biologica significa produrre meno e sostenere maggiori spese. Concimi ed antiparassitari naturali costano di piu’ e sono meno efficaci rispetto a quelli prodotti in laboratorio e questo determina una minore produzione di olio biologico per ettaro di terreno rispetto ad un normale extravergine. Inoltre chi produce prodotti biologici deve sottoporsi a costosi controlli. Infine devono passare tre anni di controlli prima di mettere in commercio per la prima volta un olio biologico e durante quel periodo si sostengono costi superiori senza poterne immediatamente raccogliere i frutti.

 

fonte: Wikipedia